Quando pensiamo allo sviluppo tecnologico di solito pensiamo soprattutto ai mezzi di comunicazione come ad esempio tv, computer e telefoni che hanno un impatto notevole sulla nostra quotidianità.
Se invece pensiamo ai mezzi di trasporto pensiamo agli aerei, ai treni ad alta velocità.
Le e-bike potrebbero non sembrare rivoluzionarie ma hanno già cambiato la vita di molti: solo in Asia ne sono state vendute più di duecento milioni. In Europa si stanno diffondendo solo negli ultimi anni.

Vi incuriosiscono le e-bike?

Ecco le domande che ci vengono poste più spesso:

  1. Che velocità raggiunge il motore di una e-bike?

Dipende dai limiti imposti dalla Legge… In Europa si può arrivare a 25 km l’ora mentre negli Stati Uniti si possono raggiungere i 32 km orari.

  1. In Italia, si può superare la velocità di 25 km orari con una e-bike?

Certamente! Ma a 25 km orari il motore elettrico smette di supportare la pedalata.

  1. Che cosa succede se la batteria si scarica?

A differenza di ciò che pensano in molti, la e-bike non si ferma. Ci si trova semplicemente a pedalare come su una bicicletta tradizionale.

  1. Pesano molto le e-bike?

Rispetto a una bici tradizionale hanno in più il peso del motore e della batteria. In generale, il peso non supera comunque i 25 kg.

  1. Le e-bike rendono pigri?

Uno studio del Transport Research Laboratory indica che l’81% di chi possiede una e-bike la usa almeno una volta a settimana e per percorrere percorsi più lunghi rispetto a chi usa una bici tradizionale. In qualunque momento si può decidere di quanto supporto usufruire e quindi il tipo di esercizio che si intende fare.

  1. Le e-bike sono rumorose?

No, fanno solo un leggero ronzio.

  1. Cosa succede se ci si trova sotto la pioggia?

Pedalare sotto la pioggia o nelle pozzanghere non è un problema. Sono resistenti all’acqua. E’ comunque consigliato asciugare la bici dopo un acquazzone o dopo averla lavata, prestando attenzione a motore e batteria.

  1. Come scegliere la e-bike?

In base al terreno che si vorrà percorrere: